30 maggio 2019

Polizza claims made senza postuma: inoperativa se la denuncia del sinistro perviene dopo la scadenza della polizza

Tribunale di Brescia, sez. II, sentenza 2 maggio 2019 (g. L. Ambrosoli)
E' oggi pacifica - in giurisprudenza e per espresso riconoscimento normativo in alcuni settori - la validità dello schema contrattuale delle clausole che c.d. claims made del tipo di quelle oggetto di causa c.d. pure, le quali, in deroga al modello codicistico delineato dall'art. 1917 c.c, circoscrivono la copertura assicurativa ai sinistri le cui richieste di indennizzo sono giunte nel periodo di vigenza della polizza; tali clausole, infatti, poiché sono volte non a limitare la responsabilità dell'assicurazione ma a specificare il rischio garantito, riguardando il contenuto e la garanzia assicurativa, si qualificano come delimitative dell'oggetto del contratto e, pertanto, non sono soggette alla disciplina delle clausole limitative della responsabilità (Cass. Sez. Un. 6.05.2016 n. 9140).
Superato il vaglio di validità in via astratta, va considerato che, in ogni caso, deve essere condotta la verifica sulla fattispecie in concreto, in ordine agli eventuali profili di nullità della clausola in base al contenuto specifico, avuto riguardo alle varie fasi contrattuali, dalle trattative prenegoziali sino all'attuazione del rapporto (Cass. Sez. Un. 24.09.2018 n. 22437).
Tuttavia tali profili problematici devono emergere in causa ovvero l'interessato deve evidenziare criticità diverse dalla nullità della clausola in termini astratti.
Nel caso di specie, il convenuto ha genericamente censurato di nullità la clausola claims, seguendo un'interpretazione della fattispecie ad oggi superata.