28 Luglio 2021

Responsabilità medico odontoiatra – Natura contrattuale – Legge Gelli irretroattiva

Tribunale di Agrigento, sez. civ., sentenza 21 luglio 2021, n. 910 (g. B. Cordaro)
Le norme sostanziali contenute nella L. n. 189 del 2021, al pari di quelle di cui alla L. n. 24 del 2017, non hanno portata irretroattiva, e non possono applicarsi ai fatti avvenuti in epoca precedente alla loro entrata in vigore, a differenza di quelle che, richiamando gli artt. 138 e 139 codice delle assicurazioni private in punto di liquidazione del danno, sono di immediata applicazione anche ai fatti pregressi (cfr. Cass. Civ., sez. III, n. 28994 del 11 novembre 2019).

Nel caso di specie, essendo stati gli interventi di natura odontoiatrica eseguiti sotto la vigenza della legge 189/2012, deve affermarsi la natura contrattuale della responsabilità dell’esercente la professione medica che opera all’interno di una struttura sanitaria.

Di guisa che, a fronte dell’entrata in vigore nel mese di aprile 2017 della c.d. legge Gelli-Bianco, va esclusa la legittimità della sussunzione dei fatti costituenti responsabilità civile del sanitario in termini di responsabilità extracontrattuale in epoca anteriore all’uno gennaio 2013 e all’uno aprile 2017, e, per l’effetto, va dichiarata l’illegittimità della domanda di risarcimento danni fondata sulla natura extracontrattuale della responsabilità degli operatori sanitari ex art. 7, comma 3 della legge n. 24/2017.

Allegati