07 Maggio 2009

Sanzioni amministrative – Verbale redatto dai dipendenti delle società di gestione dei parcheggi – Parcheggio fuori dalle strisce blu – Illegittimità

“Le funzioni dei dipendenti delle società di gestione dei parcheggi, di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta, conferite a norma della legge 15 maggio 1997, n. 127, art. 17, co.132, e dall’art. 68 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, sono limitate alle aree oggetto di concessione e agli spazi necessari alle manovre dei veicoli ivi parcheggiati, e pertanto le violazioni in materia di sosta, che non riguardino le aree contrassegnate con le strisce blu e/o da segnaletica orizzontale e non comportanti pregiudizio alla funzionalità delle aree distinte, non possono essere legittimamente rilevate da personale dipendente delle società concessionarie di aree adibite a parcheggio a pagamento, seppure commesse nell’area oggetto di concessione, ma solo limitatamente agli spazi distinti con strisce blu”._x000d_

Le Sezioni Unite, chiamate a dirimere un contrasto interpretativo, segnano un punto fermo circa i limiti dei poteri degli ausiliari del traffico dipendenti dei concessionari dei parcheggi._x000d_
In particolare la Corte, optando per una interpretazione restrittiva, afferma che le violazioni in materia di sosta, che non riguardino le aree contrassegnate con le strisce blu e/o da segnaletica orizzontale e non comportanti pregiudizio alla funzionalità delle aree distinte, non possono essere legittimamente rilevate da personale dipendente delle società concessionarie di aree adibite a parcheggio a pagamento._x000d_
Al di fuori degli spazi distinti con strisce blu, dunque, il potere degli ausiliari potrà esplicarsi esclusivamente ove venga impedito ad altro veicolo di accedere regolarmente in sosta negli spazi medesimi, oppure per lo spostamento dei veicoli in sosta o in seconda fila.