28 dicembre 2018

Appello Tributario: omessa valutazione di un fatto controverso

Cass. Civ., sez. VI, ordinanza 27 dicembre 2018, n. 33390 (rel. G. Cricenti)
Costituisce vizio di omessa pronuncia il fatto di avere riformato la pronuncia di primo grado sul presupposto della omessa decisione su un fatto rilevante e controverso, anziché decidere direttamente su quel fatto.
Infatti, il giudizio di appello tributario ha natura devolutiva piena e comporta che il giudice di appello debba accertare nuovamente le questioni poste in primo grado e riproposte in secondo, essendo l'appello volto al riesame della causa nel merito (cfr. Cass. n. 1200 del 2016). (Nel caso di specie, i giudici di secondo grado, preso atto che su quel fatto non c'era stata pronuncia del giudice di prime cure, avrebbero dovuto accertare essi stessi e pronunciarsi di conseguenza sul fatto controverso, piuttosto che riformare la decisione a motivo dell'omessa pronuncia.)

Allegati